Dott.ssa Maria Grazia Guglielmucci
Psicologa e danzaterapeuta

Quanto mi sto a cuore?
Quanto sono disposto ad investire per me stesso?



Ci siamo mai chiesti quanto realmente ci stia a cuore la nostra felicità?

Scegliere di intraprendere un percorso di “guarigione” riservandosi uno spazio tutto per sè, significa prendersi cura di se stessi e investire dei soldi per far questo, equivale a darsi valore, mettendosi in cima alla lista delle priorità.

Se dobbiamo spendere tanti soldi per comprare un vestito per un’occasione importante, lo facciamo perché ci teniamo ad apparire in un certo modo e non vogliamo essere da meno degli altri. Spendere dei soldi per il nostro benessere non è altrettanto importante?

Per molti sembra di no, e sembra anche che poi in fondo la nostra felicità, il nostro equilibrio e la nostra armonia non siano così necessari… Sembra strano in quanto è proprio da qui che parte tutto: ovvero se sto bene con me, starò bene anche con gli altri e non avrò bisogno di fare shopping compulsivo, fumare o rimpinzarmi di cibo per riempire i miei vuoti.

Forse per molti non è ancora chiaro che per soddisfare un bisogno devo andare alla radice, (comprendendo la necessità che sta a monte). Prendere vie secondarie non mi aiuterà, ma anzi aggraverà la situazione instaurando una dipendenza.

Fino a quando non sceglierò di guardarmi dentro e fino a quando non affronterò i miei demoni, sarò sempre in balia di qualcosa che mi dominerà.

“Conosci te stesso” c’era scritto sul tempio di Apollo a Delfi, investi su di te, aggiungo io.

Dott.ssa Maria Grazia Guglielmucci