Dott.ssa Maria Grazia Guglielmucci
Psicologa e danzaterapeuta

IL CORPO: VIA D'ACCESSO VERSO L'INCONSCIO

30 maggio 2018



Lasciare libero il movimento per farsi guidare dal corpo, ci porta a mettere da parte la mente razionale, per dare spazio all'intelligenza sottostante, che appartiene alla memoria profonda, che è inscritta nel corpo: dove sono registrate emozioni, traumi, paure, fatti legati ad avvenimenti che hanno lasciato un segno.
Ma anche memorie che non ricordiamo a livello conscio, fatte di dettagli e particolari che potrebbero sembrare poco significativi, ma che invece in qualche modo ci hanno influenzato o hanno creato nella mente delle “associazioni”.
Ad esempio, se ho subito qualche trauma, mi sono spaventato, oppure ho provato paura e in quel momento stavo, mettiamo il caso, mangiando delle ciliege, potrei sviluppare un'allergia verso questo tipo di frutto.
In questo caso si è creata un'associazione tra un evento traumatico e un tipo di cibo che la mia memoria inconscia ha registrato.
Infatti le sensazioni rappresentano la reazione alle informazioni sensoriali che ci pervengono dall'esterno, e che sono registrate attraverso i sensi. Le emozioni successivamente rappresentano il modo in cui organizziamo queste sensazioni.
Le emozioni affiorano spontaneamente, possiamo essere impauriti, innamoraci, arrabbiarci ecc, non possiamo controllarle, ma possiamo scegliere il modo in cui reagire alle emozioni. Però le sensazioni vivono ad un livello più profondo e hanno una vita tutta loro.

In realtà le sensazioni rappresentano un linguaggio dell'Anima, che ci mette in contatto con la nostra profondità, dove non ci sono filtri ne barriere.
Le sensazioni sono i mattoni che costituiscono il livello primario della nostra esperienza e attraverso cui evolviamo e diamo un significato alle cose che ci accadono.
Dare spazio al corpo e immergersi nelle sensazioni che ci comunica, può aprire la porta verso ricordi sepolti, e farci ricordare avvenimenti che hanno un significato e che la mente cosciente può aver negato.
Accogliere quello che il corpo ci comunica a livello sensoriale ed emozionale significa aprire la porta d'ingresso della nostra trasformazione.
Conoscere questo linguaggio, equivale a dispiegare la storia della nostra anima..

Dott.ssa Maria Grazia Guglielmucci